Una grande Festa quella andata in scena da Igles Corelli a Villa Rospigliosi


A Villa Rospigliosi, da Igles Corelli, si è tenuta una grandissima serata, Cuochi in Festa!
Atmosfera magica, grandi risate, nessun formalismo hanno fatto sí che sia stata una festa fantastica tra sapori e convivialità.
Il sorriso piú bello è stato quello stampato sulla faccia, durante tutta la serata, del padrone di casa, il Maestro Igles Corelli,  infatti se Villa Rospigliosi si veste a festa, con bracieri e barbecue Igles non può che esserne felice.
Ha diretto i tanti cuochi arrivati per la festa come solo un direttore d’orchestra sa fare!
 
Ci tiene proprio lui a precisarcelo “questa non è la solita serata formale, questa è una festa, dove amici e cucina si incontrano”.
Ed è stato proprio così, buona cucina e sorrisi hanno abbondato e tutti noi ci siamo lasciati trasportare in questa festa tra cuochi con lo stesso entusiasmo che tutti i grandi chef sono riusciti a trasmettere fin da subito.

Si sono aperte le prime ore del mattino le porte dell’Atman, in cucina troviamo già al lavoro il grande sous chef di Igles, Marco Cahssai e tutta la brigata già al lavoro.
Igles arriva subito dopo e dopo di lui iniziano ad arrivare i cuochi che animeranno la serata.

Tutti al lavoro, la cucina è affollata ma tutto procede senza intoppi, tanta sinergia, tanti sorrisi, una strana tranquillità regna nelle cucine..
Proprio qui ha inizio la festa!
Si assaggia, si fa assaggiare, si scherza e si lavora duro…Tutto perfetto!

All’esterno intanto vengono allestiti il braciere, i barbecue, tavoli e candele, i maître Francesco Perali e Alberto Ponziani con tutta la brigata di sala dell’Atman si adopera per creare un ambiente che si illuminerà al calare del sole.
Il tutto sempre supervisionato da Igles.

I cuochi presenti alla serata sono arrivati da tutta Italia con gioia, per questa festa organizzata dalla Compagnia degli Chef, un grande complimento a Fabrizio Barontini che ha coordinato gli chef in tutte le questioni logistiche.
Tardo pomeriggio, i primi ospiti iniziano ad arrivare, incuriositi dalla serata e dalla bellissima location, che lascia senza fiato.

I sommelier iniziano a riempire i primi calici, da segnalare il piacevolissimo spumante di Lambrusco rosato “Ottocentorosa” di Albinea Canali.
Presenti alla serata anche Ezio Fava e Ivan Albertelli dell’ Hostaria da Ivan di Fontanelle (Parma) che ci hanno fatto assaggiare magnifici salumi MaXima e coinvolto con la loro travolgente simpatia.
La particolarità di questa serata è stato il clima di festa, ci teniamo a ribadirlo, prima di farci assaporare i loro piatti gli chef si sono divertiti con foto e brindisi che hanno aiutato a far capire che non ci si trovava in una serata formale ma in una serata con pochi schemi fissi dove il divertimento di tutti era il principale scopo.

Ovviamente però anche la cucina non ha deluso!..Tanti piatti quanti gli chef presenti e ancora di piú!

Ed eccovi le proposte degli chef:

 

Chef Carlo Molon
“Filetto di vitello al Campari, pomata di uva fragola con la sua mostarda e crema di taleggio”
Chef Massimo Spallino
“Animelle stravecchio e porcini”
 Chef Daniele Zennaro
“Baccalà mantecato”
Chef Gaetano Simonato
“Filetto di vitello fonduta e tartufo”
Chef Raffaele Liuzzi
“Sgombro affumicato al ciliegio, ricotta acida e zucca gialla”
Chef Marco Parenzan
“Cheesecake ai frutti di bosco”
Chef Stefano De Gregorio
“Tirami Su di vitello”
Chef Marcello Valentino
“Croccante di vitello su insalata pantesca destrutturata”
Chef Augusto Notaroberto
“Alici di Menaica inchiappate su crema di pomodori gialli del Sele e basilico croccante”
Chef Giuse Ricchebuono
“Panino con fette di panissa” 
Chef Rocco Pace
“Cous Cous vitello e verdure”
Chef Rocco Pace
“Cannolo siciliano”
Chef Fulvio Gardella
“Sottofiletto di vitello con funghi porcini”
Chef Beppe Aversa
“Pasta mista provola e patate”
 
Chef Pierluigi Lovisa
“Guancia di vitello con miele di lavanda e moricci”
Chef Vinod Sookar
“Polpette pugliesi con gel di ananas e habanero”
Chef Nicola Ferrelli
“Hamburger di vitello, cipolla di Tropea stufata ai frutti di bosco e senape di Dijon”
Chef Gigi Giordano
“Mozzarella nella portella e Zizzona di Battipaglia”
Chef Fabrizio Albini
“Bavetta di vitello alla brace, olio extra vergine, zucca e Franciacorta”
Chef Giuseppe Silano
“Torta di nocciola gentile di langa”

Igles con Marco Cahssai, Eugenio Anfuso e Cosimo Branca appendono le anguille sul braciere alla vecchia maniera, e si mettono al controllo dei barbecue con gli altri chef.
Nessuno viaggia per conto suo, ogni chef si presta ad aiutare l’altro, a controllare i barbecue e controllare la cottura delle anguille.
Verso le 23.30 il grande Salvatore Tassa ci regala un salto nel passato con la sua “Pastasciutta cacio e pepe”, coinvolge tutti, e appena la pasta è pronta ci si tuffa ad assaggiare con le mani, nessuno pensa alla forma ma solo al piacere dell’assaggio.

La serata si è conclusa con un ultimo brindisi, è stato un grande piacere esserci, grazie a tutti gli chef e a tutto il personale dell’Atman, un grande grazie a Igles, grande Maestro e grande persona…Grazie a tutti!..
…E ora tutti a nanna, alla prossima, noi ci ritiriamo in una delle magnifiche camere di Villa Rospigliosi…dopo aver sentito la leggenda del fantasma Francesca…
GALLERY

SEGUITECI SU FACEBOOK

 

 

Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook