Takeshi Iwai: cucina italiana senza dimenticare il suo Giappone


L’intervista a Takeshi Iwai, chef del primo farm restaurant per gourmet d’Italia.
Il ristorante Ada e Augusto è situato all’interno della casa padronale che ospitava un tempo la famiglia degli attuali proprietari Monti.

Il tipo di cucina nasce dalla volontà di sviluppare, attraverso interpretazioni creative, le pietanze tipiche della tradizione gastronomica regionale in esperienze più moderne. Il risultato è una cucina innovativa dove la qualità della materia prima utilizzata si esprime attraverso combinazioni armoniche di sapori e di odori che esaltano il gusto e il palato.

Chef Takeshi Iwai

Come descriveresti la tua cucina?
Italiana, ma contaminata con tecniche e ingredienti giapponesi. Per me comunque la cosa più importante è il gusto. Io dico sempre che la base della mia cucina è assolutamente italiana, ma non dimentico certo di essere giapponese, per cui nei miei piatti ci sono inevitabilmente anche elementi riconducibili alla mentalità, alla sensibilità e alla cultura del mio Paese.

Qual è il piatto che più ti rappresenta?
Sicuramente i ravioli di ricotta fresca alla camomilla con siero di latte e succo di erbe di campo, un piatto che esalta particolarmente la bontà e la genuinità dei prodotti di cui disponiamo in cascina, dalle verdure ai formaggi.

Ci racconti e ci dici il costo dei tuoi menù degustazione ?
Al momento da “Ada e Augusto”, il nostro farm restaurant per gourmet, sono disponibili due proposte di menù degustazione, uno (Ada) più goloso, l’altro (Augusto) più creativo, che costano rispettivamente 55 € e 70 €, bevande escluse. Si tratta comunque di una carta che cambia periodicamente in base alla stagionalità e alla disponibilità dei prodotti. Per il futuro tuttavia non escludiamo di estendere l’offerta proponendo un terzo menù più estremo.

Il piatto della tradizione giapponese che più ami?
Senza ombra di dubbio il ramen.

Cosa ti piace di più del tuo mestiere?
La possibilità ininterrotta di inventare e mangiare.

L’ingrediente che non può mancare nella tua cucina?
L’amore. Senza di esso non c’è piatto che riesca bene.

Battuta della Cascina, pomodoro e stracciatella locale

Il complimento che preferisci?
Sicuramente quando mi viene detto che riesco ad emozionare anche con un solo piatto.

Quanto è importante la sala e chi la rappresenta?
La sala è importante tanto quanto la cucina. Io mi reputo molto fortunato perché ho come maitre Mariagiulia, mia compagna nella vita oltre che nel lavoro. Credo che nessuno meglio di lei sia in grado di comunicare ai clienti tutta la passione che metto nella cucina.

Il Team “Ada e Augusto”

Quali sono le ambizioni per il tuo futuro?
Vorrei diventare un grande chef con una brigata che rispetti la mia filosofia e che mi voglia almeno un po’ bene…

Cosa pensi di chef&maître?
Credo che sia una piattaforma davvero molto utile per permettere a noi lavoratori del mondo della ristorazione di fare networking e allargare le nostre conoscenze, intraprendendo un proficuo scambio di idee con quanti fanno il nostro stesso mestiere.

(Ph by Giorgia Magario)

Cascina Guzzafame
Ristorante Ada e Augusto

Località Cascina Guzzafame
20083 Gaggiano (MI)
reperibili dal mercoledì al sabato
Cell. 389 4543109
adaeaugusto@cascinaguzzafame.it
www.cascinaguzzafame.it

 

SEGUITECI SU FACEBOOK

ANNUNCIO PUBBLICITARIO



Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook