I neo sommelier di AIS ospiti di Berlucchi al Relais Franciacorta


Una giornata particolarmente emozionante per i neo Sommelier AIS, Associazione Italiana Sommelier fondata il 7 luglio 1965, chef&maître con piacere ha avuto modo di partecipare a questa bella giornata, che si è conclusa con la  consegna dei diplomi ai nuovi Sommelier di Sondrio e Varese, nello splendido contesto della Franciacorta, ospitati da Berlucchi.

L’Area Formazione dell’Associazione Italiana Sommelier si occupa di tutto ciò che riguarda la formazione, l’informazione, l’aggiornamento e l’approfondimento culturale degli aspiranti sommelier e di coloro che, già entrati a pieno titolo in AIS, desiderano arricchire il proprio bagaglio culturale enogastronomico. Questi obiettivi possono essere raggiunti grazie a un corso articolato, in tre livelli, a seminari di formazione e aggiornamento, all’elaborazione dei testi in uso ai corsi. Non solo, perché dopo essere diventati sommelier si può seguire un percorso didattico articolato per approfondire tematiche relative alla comunicazione, alla degustazione del vino, all’abbinamento cibo-vino, al servizio, alla gestione dei corsi e altro ancora.
Il programma di studio si articola in tre livelli e permette di entrare nell’affascinante mondo del vino, dominato da buongusto e raffinatezza. Incontri e serate in ristoranti selezionati, visite ad aziende di rango, viaggi-studio nell’alta enogastronomia, si intrecciano con cultura, storia e business e creano nuove opportunità di realizzazione professionale.

I neo sommelier di Sondrio e Varese giunti al termine del percorso formativo hanno avuto il piacere di essere ospitati da Berlucchi per la consegna dei diplomi da parte del presidente AIS Lombardia Fiorenzo Detti.

Il presidente AIS Lombardia Fiorenzo Detti con Marcello Avigo di Berlucchi

La giornata inizia con la visita ai vigneti Berlucchi,  Marcello Avigo di Berlucchi con molta competenza e simpatia ci accoglie e ci accompagna in questa bellissima esperienza.

I vigneti Berlucchi, in completa conversione all’agricoltura biologica, coprono oltre cinquecento ettari di territorio tra proprietà e conferimento. Oggi, l’alta densità di ceppi per ettaro, la potatura a cordone speronato, l’inerbimento mirato e il diradamento pre vendemmiale permettono di ottenere pochi grappoli di grande qualità.

Franco Ziliani, eletto a padre del Franciacorta dai vignaioli locali, ha condotto l’azienda nel nuovo Millennio, un territorio di nuove e coinvolgenti sfide.
Al suo fianco la seconda generazione, rappresentata dai figli Cristina, Arturo e Paolo, rispettivamente a capo della comunicazione, della produzione e dell’area commerciale di casa Berlucchi.
Il percorso prosegue alla cantina Berlucchi.

La cantina storica stupisce e affascina, si tratta di una grande volta fatta realizzare alla fine del Seicento dagli antenati di Guido Berlucchi, che vi maturavano i loro vini fermi.

Il fascino della cantina Berlucchi non si ferma al suo cuore antico, l’itinerario prosegue tra gallerie e nicchie dove le bottiglie trovano l’ambiente ideale per il loro affinamento.

La visita si conclude con un magnifico aperitivo servito dai Sommelier di AIS Brescia.

I sommelier AIS Brescia con Marcello Avigo

Il Franciacorta scelto per l’aperitivo è il BERLUCCHI ‘61 SATÈN, uno Chardonnay in purezza che si affina in bottiglia almeno 24 mesi.
Si riconosce dalla suadente cremosità e dalla rara piacevolezza di beva.

Berlucchi ’61 Franciacorta Satèn

Sempre ospiti di Berlucchi, i neo sommelier e noi ci dirigiamo al Relais Franciacorta di Corte Franca a pochi minuti dall’azienda Berlucchi per essere deliziati dallo chef  Feto Alisani, che ci accoglie all’ingresso calorosamente.

Feto Alisani, chef del Relais Franciacorta

Il Relais Franciacorta è un’oasi di pace e gusto, immersa nel verde situato ai piedi di una delle splendide colline della Franciacorta.
L’edifico originario è una cascina costruita nel 1670, di cui la struttura attuale conserva tutto il sapore.
Immerso in un parco di 60.000 mq con vista panoramica sulla sponda meridionale del lago d’Iseo e sulle Alpi.

Il Relais franciacorta accoglie i propri ospiti offrendo loro la possibilità di scelta tra due ristoranti diversi e complementari tra loro. Entrambi propongono l’eccellenza e la qualità della cucina e dei vini di Franciacorta.

Nelle sale del ristorante “VINAE” si può godere di un’atmosfera classica e raffinata, accompagnati dalle note di un piacevole piano.

Il ristorante Vinae affaccia sul magnifico giardino interno dove nei mesi più caldi è possibile cenare o semplicemente sorseggiare un ottimo aperitivo nel relax più assoluto.

Il ristorante “La Cantina” offre invece un’atmosfera rustica e raccolta: la familiarità della pietra e un clima intimo dove trascorrere un piacevole convivio.

Dopo questa premessa sulla fantastica location del Relais Franciacorta, torniamo ora al nostro pranzo.

La sala elegante, che si affaccia anch’essa sul giardino esterno e  il servizio impeccabile e cordiale ci fanno vivere questo pranzo con estrema piacevolezza.

Il menù:

Flan di Casolet con vellutata di pane di segale e lardo di montagna

Carnaroli mantecato si formaggi freschi delle valli bresciane con pancetta ed erbe fini

Guancetta di maialino cotta a bassa temperatura con il suo fondo di cottura, patate e porro croccante

Tortino morbido al cioccolato con variante di nocciola Piemonte

 

I Franciacorta Berlucchi che hanno accompagnato il pranzo:

BERLUCCHI ‘61 BRUT
I profumi ampi e la gradevole acidità contraddistinguono questo blend di Chardonnay (90%) e Pinot Nero (10%) provenienti dai più vocati vigneti della Franciacorta, che si affina in bottiglia per 24 mesi almeno.

BERLUCCHI ‘61 NATURE
Berlucchi ’61 è ora anche Millesimato. Nato dalle uve dei migliori vigneti di proprietà, pretende almeno 5 anni di affinamento sui suoi lieviti.
Elegantissimo, è dedicato agli estimatori più attenti, in grado di apprezzare le sfumature del gusto puro del Franciacorta senza l’aggiunta di sciroppo di dosaggio, nel rigoroso stile Nature. La sua immagine, distinta dalle suggestioni del cerchio, simbolo di perfezione, ne farà il preferito di chi ama la ricercatezza in ogni sua forma.

CUVÉE IMPERIALE DEMI SEC
Un blend di 90% Chardonnay e 10% Pinot Nero che si affina per almeno 18 mesi in bottiglia, riconoscibile dai profumi di frutta gialla e panettone.

Il pranzo si conclude con i ringraziamenti a tutta la brigata di cucina guidata dallo chef Alisani che ci ha coccolato dall’antipasto al dolce.

chef&maître ringrazia l’azienda Berlucchi, il Relais Franciacorta e AIS per averci fatto vivere una giornata fantastica, in compagnia di belle persone che hanno in comune con noi la passione per il buon gusto e la qualità. Una giornata in cui la professionalità dei diversi protagonisti ci ha piacevolmente colpito.

Grazie e complimenti a tutti!

Feto Alisani e Marcello Avigo

Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook

Lascia un commento