Alfonso Saviello: Capricciosa sbagliata con grani antichi Molini Riggi


Una ricetta estremamente gustosa, sapori e profumi antichi per un’esperienza olfattiva e gustativa di alto livello.

Una pizza soffice, leggera e dall’elevata digeribilità creata da Alfonso Saviello, con grani antichi biologici siciliani Molini Riggi, farine ottenute da molitura a pietra naturale di La Ferté che consente di mantenerne il germe e, grazie alle basse temperature di lavorazione, preservarne le caratteristiche nutrizionali e sensoriali.

Ingredienti per 50/55 pizze

Per l’impasto:

2,25 Kg “Timilia” Molini Riggi
1,8 Kg “Perciasacchi” Molini Riggi
1,35 Kg “Senatore Cappelli” Molini Riggi
4,5 kg “Farzero” Molini Riggi
7 L acqua
6 g lievito di birra fresco
270 g sale

Farine di grani antichi Molini Riggi”

Per il condimento:

Carciofini
Mozzarella di bufala
Olive nere
Prosciutto cotto
Basilico
Grana Padano

Procedimento:

Mettere nell’impastatrice tutte le farine, l’acqua, il lievito e in ultimo il sale.
Impastare per circa 15 minuti a bassa velocità.
Mettere quindi in massa l’impasto per 13 ore, quindi procedere allo staglio, cioè la creazione dei panetti di pasta che dovranno pesare circa 270g. Continuare la lievitazione a temperatura ambiente.
Finita la lievitazione stendere i panetti con un movimento dal centro verso l’esterno, con la pressione delle dita di entrambe le mani.
Condire le pizze con carciofini, olive nere, mozzarella di bufala e prosciutto cotto, quindi infornare ad una temperatura di circa 400/420 C°.
Finire con basilico e grana padano.

Alfonso Saviello

Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook