Così ricordiamo l’amico Alessandro Narducci, tra sorrisi e la sua ricetta


Ci ha lasciato il caro amico Alessandro Narducci, il giovanissimo chef del ristorante Acquolina di  Roma e la sua amica e collega Giulia Puleio hanno perso la vita questa notte travolti da un’auto, mentre percorrevano il lungotevere della Vittoria, in zona Prati a Roma. Una notizia che ci lascia senza parole, Alessandro era uno degli chef più talentuosi del panorama italiano e internazionale, un ragazzo allegro, appassionato e carismatico, che aveva conquistato nel 2016 l’ambita stella Michelin.

Ti ricordiamo così, un amico di chef&maître , che aveva sempre una parola gentile nei confronti di tutti. Il tuo sorriso era contagioso,

…ciao Ale..

La ricetta creata da Alessandro, pochi giorni fa, con zafferano Aurum Julii

“Spigola, melone, zafferano e patata viola.

Sulla pietra: spigola liofilizzata, ghiaccia di melone e zafferano.”

Per il piatto:
– Marinare la spigola in una salamoia con sale al 3% e camomilla.
– In un sacchetto sottovuoto far cuocere in osmosi il melone con il sale, la senape e lo zafferano Aurum Julii
– Sbianchire i finocchi e le carote viola in acqua con abbondante sale per almeno 30 secondi
– Far lessare una patata viola intera con tutta la buccia, congelarla a -20 e poi grattugiarla su dei fogli di carta forno.
– Cuocere il tutto in microonde per 2 minuti a potenza minima.
– Impiattare a forma circolare e salsare con il liquido che rimane dalla marinatura del melone.

Per la pietra:
– Frullare 500 grammi di polpa di melone ed amalgamarlo a 150 gr di sciroppo di zucchero. Congelare il tutto e tagliare a dadolata.
– Aggiungere il liofilizzato di spigola e lo zafferano in pistilli Aurum Julii.

Ciao Alessandro, hai lasciato un grande vuoto…

Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook