Flavia Marrone: Pizza fritta di semola rimacinata siciliana “Piedigrotta” Molini Riggi con burrata affumicata, pomodorini campani gialli e rossi, bottarga di muggine e basilico


Prelibate e sfiziose,  una golosa interpretazione della pizza fritta che porta la firma di Flavia Marrone, chef del ristorante “La Forchetta Bistrot” di Perugia, luogo in cui passare l’intera serata, dalla cena al dopo cena rilassandosi e degustando nel bellissimo giardino.

Una ricetta realizzata con semola rimacinata “Piedigrotta” Molini Riggi, ottenuta da un blend di varietà moderne di frumenti duri biologici (Colosseo, Anco Marzio, Iride, Simeto, etc.), coltivati sul territorio siciliano.

Ingredienti:

1000g Farina di grano duro rimacinata “pedigrotta” dei Molini Riggi
200g lievito madre solido
18g sale
30g Olio extravergine d’oliva
750g d’acqua minerale naturale

Semola rimacinata Piedigrotta Molini Riggi

Procedimento:

Fare un primo impasto unendo il lievito, la farina e 600g d’acqua.
Appena l’impasto comincia a formarsi e la farina ed il lievito hanno incorporato l’acqua unire l’olio e successivamente i rimanenti 150g d’acqua nei quali avremo sciolto il sale.
Si otterrà un impasto non del tutto omogeneo da lasciare a riposo a temperatura ambiente per un’ora.
Trascorso il tempo del riposo, dare le pieghe di rinforzo.
Adagiare l’impasto morbido sulla spianatoia di legno infarinata e ripiegare il lembo inferiore verso il centro dell’impasto, fare lo stesso anche con il lembo superiore, poi girare di 90 gradi l’impasto e ripetere le pieghe per altre due volte. Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti. (La fase delle pieghe di rinforzo deve essere ripetuta tre volte)
Alla fine otterremo un impasto più consistente di quello che avevamo all’inizio.
Adagiare l’impasto ottenuto in un contenitore abbastanza capiente da contenere l’impasto triplicato di volume e lasciare riposare a temperatura ambiente per 18/20 ore. Trascorso questo tempo spezzare l’impasto in porzioni ed ottenere delle pizzettine rotonde, far riposare per un’altra ora, quindi friggere le pizze in olio di arachidi a 160°C fino a doratura.
Asciugare l’olio in eccesso, condire e gustare

Flavia Marrone

La sommelier della Forchetta Bistrot, Alessandra Surdo, ne suggerisce la degustazione con un calice di Metodo Classico Villa Rinaldi La Bariccaia.

Alessandra Surdo

Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook