Sine Ristorante: “Il ritorno di Roberto”



Di Pinto 2.0, ovvero la nuova vita di uno chef che finora ha sempre lavorato, e bene, per gli altri.

Dopo anni alle dipendenze di Bulgari eccolo esporsi in prima persona, eccolo con il suo primo ristorante in quanto chef e patron.

Roberto si rimbocca le maniche dopo una pausa di riflessione e qualche consulenza qua e là: non faceva per lui, voleva l’arena della cucina, confrontarsi con il mercato e con i mostri sacri, tornare a battagliare con i fuochi e con le padelle, perché è uno di quelli che si espone e lotta in prima persona, lo ha sempre fatto e sempre lo farà.

Riparte dal suo piatto più rappresentativo, il risotto Napoli-Milano, riproposto anche qui, ve lo consigliamo vivamente, è un insieme di sensazioni e gusti, è elegante e verace, intenso e cremoso, creativo e sostanzioso.


E’ ideale per un piatto unico, a pranzo come a cena, perché il ristorante sarà aperto sempre, anche se per il lunch oltre al menù classico ci saranno anche delle proposte alternative, più veloci e immediate.

L’idea di base è di togliere orpelli e regole rigide, formalismi e argenterie, lasciando parlare i piatti, nudi e crudi. Non è un caso che il ristorante si chiama Sine, che in latino significa senza: zero aspetti superflui, riflettori accesi sul gusto e sul piacere di mangiare, aspetto elementare ma troppo spesso dimenticato.

E’ tutto ancora in definizione, i motori si stanno scaldando, avremmo un’idea più precisa strada facendo, per ora va bene così, con pochi piatti ma decisi, vedi la pluma e la linguina con la colatura di alici, oltre al risotto.


Si va verso la trattoria contemporanea, solare e semplice, qualche incursione creativa e il tocco della napoletanità.
Si parte dal menù degustazione a 45 euro per cinque portate, per essere a Milano non fa una piega.


Sa il fatto suo, si concentra sugli ingredienti e non sul proprio ego, insegue da sempre la centralità del gusto e non del proprio ombelico.

Il locale è piacevole, la zona anche, leggermente decentrata ma facilmente raggiungibile: siamo all’angolo del Corso 22 Marzo con Viale Umbria, dietro al Plastic, anzi, all’ex Plastic.


E’ un posto dove andare con gli amici, quelli veri, perché Sine è questo, niente snobismi e tanta autenticità, siete a casa di Roberto e lui è così, verace e sincero. Non a caso il suo risotto piace tanto.

(Di Dominique Antognoni)


Sine Restaurant
Viale Umbria, 126
20135 Milano

 

seguiteci su


Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook