Il maître Giovanni Celentano, del Relais Blu, ci racconta il suo servizio di sala ideale


Al Relais Blu solo eleganza, cortesia e sorriso

“Il Relais Blu di Massa Lubrense è una location famosa per la bellezza del suo panorama, il buon mangiare ma non solo…Al Relais Blu il sorriso, laccoglienza, il calore ed il senso di ospitalità tipico meridionale la fanno da padrona, il tutto sotto l’attenta guida del Maître Giovanni Celentano. Con lui abbiamo avuto una piacevole conversazione in cui traspare il ritratto di un professionista amante del proprio lavoro, del proprio ristorante e soprattutto dellla sua terra”.

  •  Da quanto tempo fai questo lavoro?

Faccio il cameriere da quasi un ventennio, da quando avevo esattamente 15 anni. Ho iniziato a muovere i primi passi in un piccolo ristorantino vicino casa. Da qui un vero e proprio colpo di fulmine per la ristorazione e l’accoglienza; la voglia di emergere, il girovagare per il  mondo, Inghilterra, Russia, Germania, Svizzera, Portogallo e poi la voglia (tanta) di tornare a casa, di dare quel tocco di ospitalità in più ad un posto cosi bello come Massa Lubrense. Quindi dal 2019 il matrimonio lavorativo con il Relais Blu e la famiglia Acampora.


  • L’esperienza più importante e quella più bella?

Tutte le esperienze sono importanti e sono belle, ognuna di esse va  vissuta e da ognuna di essa vanno presi sia i lati positivi che i negativi, aiutano a crescere. Per quanto riguarda il mio percorso lavorativo se devo sceglierne una, il Savoy Beach di Paestum e quella che mi ha messo le ali in modo concreto e definitivo. Quella più bella invece è quella che sto vivendo adesso al Relais Blu.


  •  Parlando invece di ristorazione in generale…Oggi si parla solo di cucina e la sala?

Sicuramente lesposizione mediatica ha dato alla cucina e alla figura dello chef un ruolo da prima donna e sicuramente va accettato che la maggior parte dei clienti sceglie un posto per la proposta gastronomica dello chef. Però non bisogna dimenticare il ruolo importante del cameriere che è il vero e proprio biglietto da visita del locale. Infatti il cameriere è colui che accoglie il cliente, che porta i menu, consiglia, abbina il vino, spiega il piatto.

Ma non solo, si prende cura dal primo all’ultimo minuto di ogni esigenza che ogni singolo ospite possa avere. Io definisco la ristorazione come un teatro dove sala e cucina sono gli attori e i clienti gli spettatori, ragion per cui in questo teatro non solo la cucina ma anche la sala sono i protagonisti principali della sceneggiata e luno ha bisogno dell altro alla pari.


  •  Qual è il tuo servizio di sala ideale?

Come ho detto prima lavorare in un ristorante è come lavorare in un teatro, dove noi essendo i protagonisti principali abbiamo come obiettivo quello della soddisfazione del cliente. Questo e lobiettivo principale. Da qui soddisfare ogni esigenza, anche la più difficoltosa di ogni singolo ospite, la massima attenzione ad ogni tavolo, passando sempre dalla gentilezza, eleganza, sorriso che non deve mai assolutamente mancare, accoglienza e rapporto con il cliente caloroso, tipico di noi napoletani e meridionali rimanendo ovviamente nei limiti. Per me il cliente quando varca la soglia del ristorante è come stesse varcando la soglia di casa, noi diventiamo la sua “famiglia”.


  •  Come si svolge il servizio di sala al Relais Blu?

Tutti i camerieri sanno che al Relais Blu il sorriso non deve mai mancare. Cerchiamo di accontentare in tutto e per tutto il cliente. Come detto pocanzi chi arriva al Relais Blu arriva a casa. Tutto ciò con un personale preparato e professionale. I giorni di minor lavoro sono basati su tanta formazione del personale. Prima di ogni servizio invece piccolo briefing, lo studio di ogni singola prenotazione, lo scambio di ogni informazione, ovvero chi sono i clienti, quali le loro preferenze, intolleranze e per quale occasione vengono da noi. Quindi lassegnazione dei compiti e soprattutto dei ranghi, cercando di assegnare ad ogni tavolo il giusto operatore di sala.

Da qui ha inizio il servizio, cura del cliente, sorriso e dettaglio. Tutti con un solo motto: tante piccole sottili differenze fanno la differenza.

Di conseguenza arriva la gratificazione da parte del cliente. La mia piu grande soddisfazione è, quando prima di andare via, un tavolo mi chiede di fare una foto insieme, neanche fossi stato la star della serata.


  •  Oggi è facile trovare personale di sala con queste idee?

Anche se il cameriere è visto ancora come un ripiego, molti lo fanno senza passione e senza voglia di crescere, fortunatamente si riescono a trovare dei veri e propri professionisti di sala che ci tengono al servizio, al lavoro ed alla soddisfazione che cliente. Ovvero che baciano  a pieno la mia ideologia lavorativa. E proprio per questo mi va di citare nome per nome i miei collaboratori di sala del Relais Blu che mi sopportano nel mio progetto e che hanno voglia di portare in alto il nome del cameriere: Ivan Mendana, Laura Morvillo, Francesco Liberato, Marco Cacace, Carlo Aiello e Santonicola Aniello. Tutti dei veri e propri professionisti!



Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook