The Waterside Inn – Accoglienza, Eleganza, Classe e Stile – Il racconto di Alan Jones

Ed eccomi qui a parlare di un altro dei miei ristoranti preferiti dove torno sempre molto volentieri almeno una volta all’anno, sto parlando del Waterside Inn, un meraviglioso ristorante che si trova in riva al Tamigi in un piccolo villaggio di nome Bray a soli 45 minuti di treno da Londra e a 15 minuti di auto da Windsor, si tratta di un 3 Stelle Michelin che mantiene ininterrottamente da ben 32 anni, un vero e proprio record al di fuori dalla Francia. Il ristorante appartiene alla Famiglia Roux, i due fratelli Albert e Michel infatti si trasferirono in Inghilterra e aprirono il loro primo ristorante Le Gavroche (attualmente 2 Stelle Michelin) a Londra nel 1967 e il loro secondo ristorante The Waterside Inn a Bray nel 1972. Albert é rimasto al Gavroche mentre Michel ha preso in mano le redini del Waterside Inn. Adesso da diversi anni al Gavroche c’é il figlio di Albert, Michel Jr., mentre al Waterside Inn c’é il figlio di Michel, Alain.

A dirigere magistralmente il Waterside Inn c’é invece il grande Diego Masciaga di Oleggio (NO), sicuramente il miglior maître, il miglior direttore che abbia mai conosciuto…e quindi vorrei spendere alcune parole su di lui perché, oltre al fatto di essere un grande professionista, è anche una persona veramente straordinaria…

Diego, dopo aver studiato con passione la difficile professione del maître di sala, inizia da subito una importante carriera in alcuni dei più celebri ristoranti stellati internazionali, tra cui quello francese di Alain Chapel. Nel 1983 si trasferisce quindi nel Regno Unito a Londra per lavorare presso Le Gavroche, dove viene subito promosso a chef de rang. Nel 1988 si trasferisce a Bray e inizia a lavorare al The Waterside Inn come assistente del direttore e viene promosso direttore solamente cinque mesi più tardi. In qualità di Direttore e General Manager dirige da quasi 30 anni la celebre struttura, all’insegna dell’eccellenza e dell’impeccabilità del servizio, gestendo il personale con grande attenzione e rigore e mettendo sempre i clienti al primo posto.

Nel 2014 la sua esperienza professionale e di vita è oggetto del libro monografico pubblicato in Gran Bretagna dal titolo “The Diego Masciaga Way: Lessons from the Master of Customer Service”. Chris Parker, influente esperto inglese di comunicazione, racconta la lunga carriera di Diego presso il celebre ristorante, nonché la sua leggendaria figura nel panorama dell’hospitality e della ristorazione a livello internazionale. Il libro spiega la filosofia di Diego e il suo approccio molto pragmatico al servizio e alla fidelizzazione del cliente, mettendo in luce la natura e il valore del servizio e proponendo anche esempi ed esercizi per lo sviluppo di uno stile personale e di squadra per raggiungere un livello di professionalità eccezionale.

Nell’arco della sua importante carriera Diego è stato insignito anche di alcune importanti onoreficenze:

2009: Grand Prix de L’Art de la Salle dell’Académie Internationale de la Gastronomie

2011 : Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana.

2015: Premio alla carriera da “Le stelle sul lago d’Orta” e Premio alla carriera da “Gusto Italia UK”

 

La prima volta che andai al Waterside Inn insieme alla mia compagna Raffaella è stata più di 8 anni fa…

stiamo parlando del mese di giugno 2009… mi ricordo che avevamo passato una settimana in giro in auto per il Cotwolds, una delle più belle regioni inglesi con villaggi medievali (cottages in pietra e tetti in paglia) e paesaggi naturali bellissimi.

Al ritorno verso l’aeroporto di Heathrow avevamo deciso di fermarci a pranzo al Waterside Inn che era già uno dei ristoranti più famosi nel Regno Unito e all’epoca uno dei soli tre che avevano le 3 Stelle Michelin (gli altri due erano il The Fat Duck di Heston Blumenthal e il ristorante Gordon Ramsay dell’omonimo Chef…). Si trova infatti a soli 25 minuti di auto dall’aeroporto di Heathrow e quindi era perfetto per un pranzo prima del volo serale che ci avrrebbe riportati a Milano…

Fin dal primo momento del nostro arrivo abbiamo subito capito di trovarci in uno dei ristoranti più attenti al servizio e all’accoglienza del cliente che ci sia al mondo… Tutto lo staff è sempre sorridente e cortese con chiunque e Diego accoglie tutti i suoi ospiti come se fossero dei VIP, sia se conosce l’ospite sia se è la prima volta che lo vede e anche a noi è capitata la stessa cosa. Ci ha messi subito a nostro agio accogliendoci con un sorriso sincero e coccolandoci per tutto il pranzo ed era appunto la prima volta che lo vedevamo…

È veramente straordinaria la passione, la cortesia e la professionalità che Diego mette nel suo lavoro e trasmette tutto questo a tutto il suo staff ma anche ai clienti che si sentono sempre coccolati e felici durante tutto il tempo passato al Waterside Inn. Per Diego tutti i clienti sono uguali e li tratta tutti allo stesso modo dividendo il suo tempo a disposizione tra tutti i tavoli e cercando di non trascurare mai nessuno… La cura per il dettaglio, l’accoglienza calorosa, il servizio impeccabile, la cortesia, la professionalità, l’eleganza, la classe, sono tutte qualità che Diego possiede e che insegna anche a tutti i membri del suo staff in modo che la sua filosofia di accoglienza sia un “must” anche per loro e che quindi tutti insieme come Team facciano ogni giorno il massimo per soddisfare tutti i loro clienti…

In questo caso, almeno per me, il primo motivo che mi fa ritornare al Waterside Inn ogni anno non è il cibo ma è Diego… ovviamente anche la cucina ha la sua parte, perché è vero che Diego è il motivo principale per cui ogni anno torniamo al Waterside Inn, ma anche la cucina è importante, perché se non si mangiasse bene, comunque sia uno non tornerebbe…

E al Waterside Inn si mangia anche molto bene, ci sono in carta ovviamente piatti classici della cucina francese che cambiano in base alle stagioni eseguiti sempre a regola d’arte… Il Waterside Inn è il tempio della cucina francese in UK o uno dei pochi, ma nel contempo utilizza anche ingredienti e materie prime inglesi di ottima qualità.

Come detto il ristorante da diversi anni è passato da Michel al figlio Alain Roux che lo gestisce in modo impeccabile insieme a Diego (il primo cura ovviamente la cucina e il secondo la sala).

Il Waterside Inn non è solo un ristorante romantico sulla riva del Tamigi dove c’è la possibilità durante la bella stagione di prendere l’aperitivo in terrazza o negli splendidi gazebo o addirittura sulla loro barca elettrica che mettono a disposizione dei clienti solitamente da maggio a settembre,

ma è anche un alloggio con camere splendide e romantiche che hanno un’incantevole vista sul Tamigi… alcune si trovano proprio sopra il ristorante e altre in cottages vicini… Io consiglio sempre a tutti anche di pernottare al Waterside Inn per godere in tutto e per tutto della straordinaria esperienza dove sarete coccolati non solo a tavola ma anche in camera e dove potrete godere di una splendida colazione in camera o in terrazza se il tempo lo permette… un’esperienza da Re…romanticismo, coccole, relax e ottima cucina… cosa volete di più?

Attenzione che, come ama ripetere sempre Diego, il Waterside Inn non è un hotel, ma un ristorante con camere… quindi si può pernottare una sola notte e non di più…

Anche in questo momento, scrivendo del Waterside Inn, ho già una grandissima voglia di tornarci e spero di poterlo fare presto…

Non a caso è anche il ristorante preferito della Regina Elisabetta II che ci va spesso e volentieri (ovviamente non nella sala principale ma si ferma in salette private) e che chiama Diego per nome…

Tornando però al ristorante e al Menù, di seguito trovate quello che abbiamo provato noi l’ultima volta che siamo stati al Waterside Inn lo scorso mese di ottobre per festeggiare il mio compleanno. Oltre ai piatti “à la carte” si può ovviamente scegliere il “Menu Exceptionnel”, il loro menu degustazione che consiglio sempre a tutti e che prendiamo sempre anche noi tutte le volte.

 

Stuzzichini di benvenuto

 

Dischi di capesante con caviale Oscietra, salmone affumicato, foglia d’ostrica e salsa d’ostrica e limone

 

Scaloppa di foie gras

 

Branzino con verdure e tartufo nero

 

Medaglioni d’astice con salsa al porto bianco e verdure allo zenzero tagliate e julienne (piatto fuori menu)

 

Cervo alla Wellington

 

Selezione di formaggi dal carrello (piatto fuori menu)

 

Soufflé alle susine

 

Péché gourmand selon “Alain” (piatto fuori menu)

 

Torta di Compleanno al cioccolato e confettura di albicocche (piatto fuori menu)

 

Piccola pasticceria

 

Il loro menu degustazione classico è composto da due antipasti, un piatto di pesce, uno di carne e due dessert ai quali si aggiungono gli stuzzichini iniziali e la piccola pasticceria finale. Ovviamente è sempre possibile aggiungere anche una selezione di formaggi dal carrello.

 

In questi 8 anni in cui sono stato molte volte al Waterside Inn ho mangiato sempre benissimo e questi sono i miei piatti preferiti:

 

Scaloppa di foie gras alla Grenoble con arancia caramellata e capperi: ottima scaloppa con un abbinamento dolce (arancia caramellata) e salato (capperi) che funziona benissimo ed esalta il foie gras.

 

Medaglioni d’astice con salsa al porto bianco e zenzero: questo è uno dei “Signature Dishes” del Waterside Inn, uno dei loro cavalli di battaglia ed è un piatto fantastico. La cottura dell’astice è perfetta e la salsa al porto e lo zenzero danno in più un tocco leggermente piccante e speziato che rende il piatto eccezionale.

 

Spaghetti al caviale “alla Diego”: questo è il mio piatto preferito in assoluto al Waterside. È un piatto che non è in carta ma che Diego prepara personalmente al tavolo davanti al cliente su richiesta.
Spaghetti freddi cotti al dente con caviale Oscietra ed erba cipollina (un piatto di Gualtiero Marchesi che Diego esegue in modo impeccabile visto il suo trascorso giovanile alla corte del Maestro)… veramente strepitosi!

 

Canard à la presse (anatra al torchio): l’anatra è un altro dei piatti simbolo del Waterside Inn e la mia versione preferita è quella al torchio (anche questo piatto non è in carta ma è da richiedere in anticipo). Il petto viene tagliato a fette davanti al cliente, mentre la carcassa dell’anatra viene inserita nella pressa e pressata per ottenere il succo che sarà la base con il quale Diego preparerà sempre davanti al commensale la salsa d’accompagnamento al petto. Veramente straordinaria!

 

Cervo alla Wellington: una fantastica variante del Beef Wellington, ossia il filetto di manzo in crosta. Il cervo viene cotto e poi condito con la duxelles (funghi trifolati con aglio, cipolla o scalogno e una spolverata di prezzemolo), foie gras e poi avvolto in pasta sfoglia e quindi passato in forno. Altro piatto francese eccezionale.

 

Soufflé al rabarbaro: premetto che io sono un amante dei soufflé, li adoro… e al Waterside Inn ce n’è sempre uno in carta e sono tutti davvero squisiti (ho citato quello al rabarbaro, ma sono meravigliosi anche quello ai lamponi, alle susine, ai datteri,…).

 

Il Waterside Inn è uno dei miei luoghi del cuore dove torno e tornerò sempre volentieri, un luogo incantevole e romantico dove si mangia benissimo, si è trattati da re e coccolati dal momento in cui si varca la soglia fino a quando si riparte.

Provatelo e andateci almeno una volta nella vita… Diego e tutto il suo staff saranno pronti ad accogliervi calorosamente per farvi passare un’esperienza magnifica… Alla prossima!

 

(Articolo di Alan Jones)

 

SEGUITECI SU FACEBOOK


ANNUNCIO PUBBLICITARIO








Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook