Heinz Beck Tokyo: l’intervista a Giuseppe Molaro, un giovane che sorprende…

Intervista su chef&maître di un giovane emergente, un giovane che ha fatto scuola da Heinz Beck e che continua a farne tesoro nel suo lavoro, un giovane a Tokyo con una enorme responsabilità, quella di mantenere un certo stile e mai sbagliare…
Executive Chef Giuseppe Molaro – Tokyo
Chi è Giuseppe Molaro
Nato a Napoli il 26/11/86
Mosso sin da subito dalla passione ha conseguito il diploma alla scuola alberghiera IPSSAR De Medici di Ottaviano (NA) .
Ha iniziato con le sue prime esperienze lavorative ad approfondire piatti e prodotti della tradizione partenopea a partire dal ristorante di suo padre “people wine bar” a Somma Vesuviana (NA) e proseguendo poi per vari ristoranti campani: villa smeraldo, il chiostro, le arcate catering, dove ha potuto connubiare classicità ed innovazione, competenze che ha portato poi anche all’estero, in Irlanda al ristorante “Sapori Italiani” per circa 1 anno e mezzo.
Il 16/07/08 e per i successivi 2 anni è stato chef di partita presso il ristorante “el raco de can fabes” di Santi Santamaria 3 stelle Michelin a Sant Celoni “BCN” dove ha preso consapevolezza di un nuovo modo di vedere la cucina.
Dal 01/09/10  al 2012 ha lavorato alla Pergola di Roma 3 stelle Michelin sotto la guida dello chef Heinz Beck che lo ha portato a crescere ed ampliare la sua formazione in giro per il mondo, al ristorante Les Paillotte 1 stella Michelin a Pescara, gusto by Heinz Beck in Portogallo, Social by Heinz Beck a Dubai, Sensi by Heinz Beck in Otemachi Tokyo come Chef di cucina ed infine Heinz Beck e Sensi by Heinz Beck , in Otemachi Tokyo come Executive Chef.
Percorso che gli è valso anche diversi premi, 3 forchette gambero rosso nel 2017 e nel 2018,
Heinz Beck 6 Diamond Award nel 2016 e nel 2017.
Partiamo con l’intervista Giuseppe…come descriveresti la tua cucina?
Elegante, ispirata, ricercata e attenta ai dettagli.

Hai un piatto che più ti rappresenta?
Spaghetto allo scarpariello ( pomodorino del piennolo e basilico) la semplicità e il buono in un unico piatto.

Dopo Heinz Beck quale chef stimi particolarmente in Italia ? 

Alajmo, Iaccarino, Crippa.

Ci racconti i tuoi menù degustazioni e i loro prezzi?

I nostri menu si basano in base alla stagione e alla qualità della materia prima, con un cambiamento di ogni 2 mesi. Abbiamo i menu di pranzo che si dividono in 3 e 4 portate con costi di 6000Yen e 8000Yen più tasse e servizio e i menu della cena che si dividono in 13, 9 e 6 portate con prezzi da 19.000Yen, 15.000Yen e 12.000Yen più tasse e servizio (vini e bevande escluse).

Il piatto della tradizione italiana che più ami?

La parmigiana di melanzane.
L’ingrediente che non può mancare nella tua cucina?
L’olio extravergine di oliva

Quanto è importante la sala e chi la rappresenta?

E’ fondamentale, è parte integrante del ristorante.

Quali sono le ambizioni per il tuo futuro?

Essere sempre alla ricerca di nuovi prodotti, fornitori per arrivare ad ottenere il top della materia prima, sperimentare per dare vita a sempre più nuovi piatti e migliorarmi continuamente.

Cosa pensi di chef&maître?

E’ un blog  e un social che da modo a noi Chef di metterci in evidenza, di farci conoscere, di far apprezzare il nostro lavoro e divulgare un certo tipo di cucina.
Noi di c&m oltre a ringraziarti, ti facciamo tanti complimenti per il tuo splendido percorso, auspicando tante ma tante grandi soddisfazioni, che speriamo arrivino presto e si aggiungano a quelle già ottenute… A risentirci e arrivederci su chef&maître!! Un caro saluto a tutta la tua brigata! Seguirà il nostro titolo che attesta la nomina di ambasciatore della cucina Italiana di chef&maître nel mondo in qualità di chef onorario. Buon lavoro.

SEGUITECI SU FACEBOOK 

ANNUNCIO PUBBLICITARIO








Commenti Facebook. Per commentare devi essere connesso con Facebook